Il gioco e l’attivazione mentale

Il gioco e l'attivazione mentale

Tra le attività che vengono proposte nel centro cinofilo educativo del Bed&Pet, occupa notevole rilievo l’attivazione mentale o problem solving, il quale che consiste nel proporre al cane una serie di giochi da risolvere in piena autonomia. I giochi di attivazione mentale insegnano al cane che può arrivare alla risoluzione di determinati problemi in modo autonomo e indipendente dal conduttore, accrescendone l’autostima e permettendo di mantenere viva la sua curiosità in modo tale da imparare ad interessarsi a tutto ciò che gli viene proposto, senza però perdere l’interesse e il desiderio di relazionarsi con il proprietario dato che i giochi vengono sempre proposti e sorvegliati dal medesimo. In tal modo viene migliorato e rafforzato il legame con il conduttore poiché questo diventa propositore di nuove attività che danno soddisfazione al cane, gli permettono di sfogare la sua curiosità e voglia di fare sempre cose nuove. Durante lo svolgersi degli esercizi il conduttore dovrà sempre sorvegliare, osservare, studiare e “scoprire” il proprio cane.

Questo tipo di attività è adatta ad ogni cane. L’attivazione mentale porta il cane ad utilizzate la “testa”, a ragionare, a mantenere un atteggiamento calmo e concentrato per poter risolvere il “quiz” che gli viene presentato e ad aumentare la capacità di attenzione.

Inoltre tale attività fa si che il cane possa migliorare le sue abilità, abituandosi a utilizzare in modo efficace non solo la bocca ma anche il muso e le zampe. Considerato che la risoluzione dei giochi non è così semplice ed istintiva, il cane migliora la fiducia in sè stesso e impara a controllare le sue emozioni.
Normalmente i cani non sono abituati ad intraprendere attività che li impegnano mentalmente, per cui questo tende a stancarli moltissimo, come una corsa all’impazzata nel prato, ma anziché alzare il livello emozionale li aiuta a trovare uno stato di “equilibrio” e di appagamento in quanto grazie alle sue intuizioni raggiunge un premio per lui prelibato. Ogni gioco ha una sua utilità e rappresenta un piccolo step verso lo sviluppo di nuove capacità cognitive.
I giochi per l’attivazione mentale possono essere normali oggetti presenti in tutte le case tipo scatolette dei medicinali vuote, scatoloni di cartone, scatole di biscotti, scatole di pastiglie per la lavatrice, vasi di plastica per piante, scolapasta, giochi per bambini ecc oppure possono essere acquistati.

Nel fare attivazione mentale vi sono alcune regole importanti che vanno osservate e che permettono di per poter ottimizzare i benefici, per questo importante ricordarsi che è necessario:

  • proporre al cane sempre un gioco alla volta partendo da quello più semplice per arrivare progressivamente, mano a mano che le abilità del cane aumentano, a quelli più complessi;

  • L’attività venga svolta in un luogo tranquillo privo di distrazioni: per il cane è difficile concentrarsi se circondato da molti stimoli esterni;La presenza del conduttore durante lo svolgimento dei giochi ma non deve mai aiutare il cane, il quale dovrà risolvere il gioco da solo( per lui diventa gratificante l’esserci riuscito con le proprie forze). Dovrà mantenersi calmo e distaccato e lasciare la possibilità al cane di provare a fare qualsiasi cosa.

Le difficoltà incontrate nel risolvere i giochi, che di volta in volta gli vengono presentati, insegnano al cane a superare quei momenti di stress causati dall’impossibilità di raggiungere immediatamente il proprio obbiettivo, capacità che gli tornerà utile nella vita di tutti i giorni.



Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *